ARCHITETTI, PRONTI A PASSARE ALLA MODELLAZIONE 3D?

14-apr-2020 16.49.29

Una volta presa la decisione di passare alla progettazione in 3D non rimane che individuare il software CAD che meglio risponde alle nostre esigenze. Si tratta di una scelta delicata, che ha conseguenze di lungo periodo, per questo è necessario prendere attentamente in considerazione quelli che sono i bisogni della propria azienda e scegliere la soluzione in grado di rispondere meglio ai bisogni. L’offerta di programmi di progettazione 3D è molto vasta, e questo può rendere la scelta ulteriormente complessa. In questo articolo ti forniamo alcune utili indicazioni, in modo che tu possa porti le domande giuste e arrivare ad individuare la soluzione di progettazione più adatta alle tue esigenze.

 

Passare al 3D? Oggi è semplice.

Il punto, quando si decide di operare la transizione al modo di progettazione in 3D, è quello di dedicare tempo sufficiente all’individuazione delle caratteristiche che il nostro software deve avere per rispondere più coerentemente possibile alle nostre necessità. Un buon modo per definire con precisione ciò di cui i nostri progetti hanno realmente bisogno è operare una revisione post progetto con il proprio staff, evidenziando le aree di possibile miglioramento. Questo approccio aiuta anche nel definire e misurare il ritorno d’investimento sulla soluzione scelta.

 

Cosa cercare.

Una volta che si ha un’idea chiara di quelli che sono i punti più critici del proprio processo progettuale, la checklist che segue è un utile strumento per scegliere la soluzione più vantaggiosa.

  • Hai ancora la necessità di produrre elaborati in 2D? Viene spesso richiesto ai progettisti di produrre elaborati non tridimensionali. Se rientri in questa casistica, allora dovresti senz’altro scegliere un CAD che ti permetta di operare sia in 2D che in 3D.
  • Che quantità di informazioni devi scambiare con i tuoi partner progettuali? Se la maggior parte dei tuoi clienti sono privati, allora potresti avere meno bisogno di scambiare grandi quantità di dati con loro. A differenza invece di progetti rilevanti che coinvolgono diverse discipline e richiedono una condivisione periodica dei dati di progetto. A seconda di quelli che sono i tuoi bisogni allora dovresti orientare la tua scelta verso software architetturali 3D che includano interfacce di scambio dati 3D come l’IFC o formati che semplificano i processi collaborativi come l’Open BIM Collaboration Format (BCF).
  • Le tue clausole progettuali richiedono il BIM? Come nel caso precedente, se la tua clientela è principalmente costituita da privati, allora può darsi che il BIM non ti venga richiesto come approccio progettuale obbligatorio. Viceversa molti progetti con committenza pubblica impongono l’adozione del Building Information Modeling già nella fase di risposta al bando di gara. Valuta quindi quali sono le occorrenze più frequenti per te, ma tieni in considerazione che il BIM diverrà una richiesta sempre più comune e diffusa in futuro.
  • Ti viene richiesto di settare il facility management? È una richiesta che interessa sempre più frequentemente i grandi progetti. Se è il tuo caso dotati di un software che ti permetta di stilare linee guida e progettare la manutenzione dell’edificio già nella fase di progettazione preliminare.
  • Di quali altri pacchetti software hai bisogno per i tuoi progetti (come programmi di rendering o fogli di calcolo)? Alcuni programmi di architettura 3D sono in grado di combinare queste funzionalità e farti risparmiare tempo e denaro a lungo termine. Ad esempio, essere in grado di creare rendering realistici dei modelli 3D utilizzando lo strumento di modellazione 3D può essere più efficiente ed economico rispetto all'esternalizzazione del rendering.
  • Hai bisogno di software di progettazione di ingegneria civile o collabori regolarmente con ingegneri civili? Se possiedi una società di ingegneria con cui lavori regolarmente o impieghi ingegneri civili indipendenti come consulenti, può avere senso scegliere una soluzione che abbia un software di progettazione di ingegneria civile in modo che le informazioni possano essere condivise rapidamente e facilmente tra le discipline senza perdere dati.
  • Di quale livello di precisione hai bisogno per i tuoi progetti? A seconda del kernel di modellazione utilizzato, l'accuratezza tra i software di architettura 3D può variare più di quanto si pensi. Se l'accuratezza del modello è fondamentale per i tuoi progetti, prendi in considerazione programmi che utilizzano kernel di modellazione molto apprezzati come Parasolid di Siemens.
  • Dove si trova il personale? Se si dispone di più uffici o di personale remoto che lavora su progetti, può avere senso un programma di architettura 3D con supporto basato su cloud, che consente a tutti l'accesso in tempo reale al modello senza problemi di coordinamento.
  • Ti viene richiesto anche il controllo di gestione del progetto? Il software 3D consente di generare facilmente calcoli di quantità e costi dal modello per un migliore controllo del budget. È utile sia nelle fasi di progettazione che di costruzione.
  • Quanto sono complesse le tue tipiche fasi di progettazione? Se si aggiornano regolarmente progetti, il software di architettura 3D può aiutare a ridurre il tempo impiegato per creare sezioni e viste aggiornate e semplificare la gestione del processo di iterazione. Cerca software che supportino questi processi con strumenti appropriati come viste associative, sezioni e dimensioni.
  • Quali altri vantaggi puoi offrire ai tuoi clienti utilizzando gli strumenti di modellazione 3D? Se i tuoi clienti desiderano tour virtuali, simulazioni di costruzione o disegni stampati in 3D, cerca un programma di architettura 3D che includa queste funzionalità.

Il prossimo passo

Infine, per rendere il passaggio alla progettazione in 3D più semplice possibile per i tuoi collaboratori, ti consigliamo di dotarti di una soluzione user friendly, intuitiva e semplice da utilizzare. Questo ti aiuterà a velocizzare il ritorno d’investimento sulla soluzione adottata. Se possibile usufruisci di versioni di prova che ti consentano di testare funzionalità e verificare se la soluzione scelta è adatta alle tue esigenze.

 

 

Categorie:

 

Ulteriori articoli nel Blog di ALLPLAN Italia

Iscriviti al Blog di ALLPLAN Italia

New Call-to-action

Articoli popolari